Regolamento Organi e Struttura Territoriale

Movimento Futuro Italia

Regolamento

Organi e Struttura Territoriale

Articolo 1
Il Movimento Futuro Italia nella sua attuale fase costituente, considera il presente regolamento di natura transitoria. Lo stesso può subire mutamenti, modifiche e/o integrazioni qualora le circostanze lo richiedano, nel rispetto delle deliberazioni degli Organi Statutari. Esso può essere altresì adattato ad esigenze di funzionamento, da deliberazioni emanate dalla Direzione Nazionale. Eventuali variazioni al presente regolamento saranno immediatamente comunicate agli aderenti.

 

Articolo 2
Gli Organi della Struttura Territoriale sono definiti dallo Statuto vigente al “CAPO III – ORGANI E STRUTTURE TERRITORIALI” agli articoli 21, 22, 23, 24 e 25. Essi definiscono l’orizzonte ideale ed il punto di riferimento ordinario a conclusione della fase costituente e congressuale.

Fino ad allora, e per tutta la durata della fase costituente, le attività propedeutiche connesse alla formazione delle articolazioni della Struttura Territoriale, saranno individuate nella figura del Leader Territoriale.

 

Articolo 3
Il Leader Territoriale è’ colui o colei che iscritto/a al Movimento Futuro Italia è chiamato/a a partecipare attivamente alla vita del Movimento medesimo.

 

Articolo 4
Il Leader Territoriale è’ individuato/a da almeno dieci aderenti in regola con la rispettiva quota annuale. Può essere individuato qualsiasi cittadino dell’Unione Europea e/o di altro Paese purché residente in Italia e che abbia compiuto i 16 anni di età.

 

Articolo 5
La nomina del Leader Territoriale individuato è a cura del Presidente Nazionale. Egli potrà utilizzare l’unica denominazione ivi indicata: Leader Territoriale per il Movimento Futuro Italia.

E’ prerogativa del Presidente Nazionale individuare e nominare direttamente i Leaders Territoriali per le Città metropolitane.

 

Articolo 6
Il Leader Territoriale si impegna a portare avanti le linee politiche contenute nel programma nazionale, nel rispetto dei principi enunciati nello Statuto e nel Manifesto dei Valori.

Avvia il radicamento delle campagne politiche del Movimento Futuro Italia sul territorio, attraverso la partecipazione e l’organizzazione di eventi, convegni, iniziative elettorali e/o di mobilitazione civica e sociale, coinvolgendo il maggior numero di persone possibile.

Elabora e propone ai cittadini un programma di sviluppo locale.

 

Articolo 7
La peculiarità del Leader Territoriale è condurre e motivare la squadra di lavoro, al raggiungimento degli scopi fissati nella fase costituente del Movimento Futuro Italia. Successivamente, parteciperà attivamente alla realizzazione delle varie articolazioni della Struttura Territoriale previa fase congressuale.

 

Articolo 8
Il Leader Territoriale si assume ogni responsabilità in merito all’attività espletata.

Egli dovrà sottoscrivere, pena la mancata nomina, la “dichiarazione sostitutiva in autocertificazione dei propri carichi pendenti”.

 

Articolo 9
Il Leader Territoriale non ha un’esclusività correlata al territorio. Tale figura non è da intendersi come entità con competenza territoriale di unicità. Pertanto, non esistendo limiti territoriali di alcuni tipo, possono insistere nello stesso territorio più Leaders Territoriali indipendenti, senza alcun vincolo di coordinamento territoriale.

I Leaders Territoriali sono liberi di interagire tra loro e di organizzare anche incontri o iniziative comuni nelle forme e nei modi che ritengono più opportuni, ispirandosi ai principi di lealtà e correttezza, a quelli indicati nello Statuto vigente, alle linee politiche del programma nazionale, al Manifesto dei Valori. Lo Statuto, i Regolamenti, il Programma Politico, ed il Manifesto dei Valori sono reperibili sul sito web istituzionale www.movimentofuturoitalia.it.

 

Articolo 10
Il simbolo del Movimento Futuro Italia è rilasciato dal Segretario Nazionale in licenza gratuita non esclusiva e temporanea al Leader Territoriale. Il medesimo si assume ogni responsabilità riguardo all’utilizzo improprio del simbolo sul territorio. Tale licenza è comunque revocabile in qualsiasi momento ad insindacabile giudizio del Segretario Nazionale, contestualmente all’eventuale revoca della nomina a cura del Presidente Nazionale.

 

Articolo 11
I Leaders Territoriali potranno creare una rete anche mediante l’utilizzo dei social networks. Ciò al fine di comunicare le linee politiche nazionali e locali del Movimento Futuro Italia, gli aggiornamenti circa le iniziative promosse sul territorio, la diffusione dei materiali e documenti ufficiali del Movimento Futuro Italia, non modificabili in frode alla normativa vigente. Nello specifico, tutti i materiali grafici, sia essi per stampa su supporti cartacei o di altra natura, che quelli digitali, messi a disposizione dal Movimento Futuro Italia, non potranno essere manipolati o modificati in alcun modo, pena l’immediata revoca della nomina al Leader Territoriale. A tal scopo, Il Movimento Futuro Italia si riserverà di difendere la propria immagine nelle sedi opportune.

 

Articolo 12
L’attività dei Leaders Territoriali sarà coordinata dal Responsabile Organizzativo nominato dal Presidente Nazionale su delibera della Direzione Nazionale, a condizione che tale socio sia in regola con la rispettiva quota annuale. La carica di Responsabile Organizzativo potrà essere assunta anche da uno dei membri della Direzione Nazionale, o da altro membro subentrante ad un socio fondatore dimissionario.

L’attività di coordinamento dei Leaders Territoriali potrà essere svolta dal Responsabile Organizzativo unitamente al Presidente e Segretario Nazionale. In capo al Responsabile Organizzativo è posta anche l’attività di coordinamento e sviluppo del sito web istituzionale.

Articolo 13
L’attività del Leader Territoriale non è remunerata. Il lavoro necessario per raggiungere gli scopi del Movimento Futuro Italia viene prestato su base volontaria, senza alcun compenso di qualsiasi genere o natura. Nessuna solidarietà economica e/o finanziaria è prevista per obbligazioni assunte direttamente dal Leader Territoriale. E’ esclusa qualsiasi attività di lucro da parte del Leader Territoriale.

 

Articolo 14
L’attività del Leader Territoriale non è patrimonializzata. Qualsiasi contributo economico per lo svolgimento delle attività va concertato ed autorizzato con il Presidente Nazionale. Il Movimento Futuro Italia non è in alcun modo responsabile, a nessun titolo, né della fonte di qualsivoglia forma di contributo e/o finanziamento diretto ed indiretto ricevuto dal singolo Leader Territoriale, né della sua gestione.

 

Articolo 15
Il Leader Territoriale può recedere dall’impegno assunto. Tale pratica è semplice, occorre formalizzare ciò in forma scritta, inviando la lettera al Presidente Nazionale.

 

Articolo 16
Il Presidente Nazionale può revocare la nomina di qualsiasi  Leader Territoriale che si renda inadempiente rispetto agli impegni assunti nel presente Regolamento e/o agli impegni assunti con la sottoscrizione dello stesso. Alla luce di tale provvedimento, il Leader Territoriale perde l’utilizzo del nome e del simbolo del Movimento Futuro Italia, nonché i diritti connessi.